Turisti in Via Nazionale: Indietro nel tempo lungo la strada

Autore: Giorgio Galeotti

Autore: Giorgio Galeotti

 

In passato, Via Nazionale, era chiamata “Vicus Lungus” ed era utilizzata per collegare l’area dei Fori all’antica Porta Collina. Proprio in fondo a questa famosa strada nella parte più settentrionale della via furono costruite le Terme di Diocleziano. Nell’epoca della Roma Antica era considerato quindi un tratto veramente fondamentale. Saltando un po’ più avanti nel tempo, precisamente nel Medioevo, la strada fu rinominata con il nome “Strada di San Vitale”, denominazione che deriva dalla Chiesa costruita dai martiri di Milano figli di San Vitale. Nel 1859, poi, fu ampliata ed il nuovo tratto fu chiamato “Strada Nuova Pia”.
Infine, il nome di “Via Nazionale” le fu attribuito soltanto il 30 Novembre 1871, in seguito ai pesanti lavori che furono svolti dai Piemontesi della Villa Aldobrandini e alla costruzione del muraglione di contenimento.
Oggi la via è lunga circa 980 metri e presenta una pavimentazione composta dai classici sampietrini romani. Essa, inizia in Piazza della Repubblica e termina in Via Ventiquattro Maggio e viene definita comela maggiore strada del rinnovamento edilizio della “nuova Roma”. Appartiene a due rioni: da “Piazza della Repubblica” a “Via delle Quattro Fontane” al rione Castro Pretorio e la parte rimanente che arriva fino a “Via Ventiquattro Maggio” al rione Monti.

La posizione strategica nella capitale

Per un turista, si tratta di una posizione strategica immersa tra l’atmosfera classica dei colli Esquilino, Viminale, Quirinale e Celio; con numerosi punti di interesse molto vicini e accessibili. Ecco quelli più attraggono un gran numero di turisti da tutto il mondo:

  • La Chiesa di San Paolo dentro le Mura;
  • La Basilica di San Vitale;
  • Il Palazzo delle Esposizioni;
  • Il Teatro Eliseo;
  • Il Palazzo Koch;
  • La Villa Aldobrandini;
  • Il Palazzo Barberini;
  • Le Quattro Fontane.

Un pò di cultura

Inoltre, questa è la destinazione adatta per chi ama ritagliare un po’ del suo tempo tra le visite culturali per dedicarsi allo shopping. Infatti, sulla via si trovano i negozi di ogni genere dalle marche più famose ad artigiani con caratteristici souvenir della capitale.
Offre una comodità evidente per i turisti e la rende una scelta ottimale per soggiornare. In particolare, se si vuole unire la praticità all’eleganza, non si può non rimanere entusiasmati dal Floris Hotel. Se voltete scoprire di più di questo albergo a tre stelle situato in un affascinante Palazzo Ottocentesco, al centro di Via Nazionale, visitate il sito florishotel.it